Napolitano e la grazia al pregiudicato Berlusconi

di  | 3 agosto 2013

downloadIl Pdl intende chiedere la grazia a Napolitano per il Pregiudicato, altrimenti portano via il pallone e non giocano più (magari).

L’ipotesi è così surreale e indecente che Re Giorgio potrebbe benissimo prenderla in considerazione.

Di fronte a una richiesta così, Pertini avrebbe sobriamente risposto sfanculando gli “estensori” di una tale proposta, tanto empia quanto paradossale.

Napolitano, al contrario, subito dopo la sentenza della Cassazione ha tenuto a rimarcare l’esigenza di una riforma della Giustizia. Esattamente ciò che chiede Berlusconi.
Re Giorgio sperava nella “Sentenza Napolitana”, cioè l’annullamento con rinvio. Nulla sarebbe cambiato.

Così, invece, crescono (si fa per dire) i malumori dei malpancisti piddini, che comunque continuano a girare a vuoto abbaiando compiaciutamente alla Luna (Renzi, che fai? Civati, che fai? Puppato, che fai?). Ma più che altro cresce il consenso di chi si è sempre opposto a tale governicchio, da Sel a (soprattutto) M5S. Ed è questo che terrorizza la claque del governicchio.

La grazia si configurerebbe come porcata troppo palese, forse indigeribile persino per un elettorato che pare accettare tutto con la serenità dei monaci tibetani. Oltretutto, i soggetti titolati a presentare la richiesta di grazia sono indicati dalla legge (la domanda può essere “sottoscritta dal condannato o da un suo prossimo congiunto o dal convivente o dal tutore o dal curatore ovvero da un avvocato o procuratore legale”, recita l’articolo 681 del codice di procedura penale. Partiti e parlamentari non sono contemplati). Pur conoscendo il superomismo decisionale di Napolitano, è arduo che possa varare un provvedimento di grazia ‘motu proprio’, comunque lungo e complesso.

Una bella amnistia mascherata, invece, è ipotesi più concreta (come se l’indulto by centrosinistra del 2006, lo stesso che salva il Pregiudicato dal carcere, non fosse già abbastanza). Richiederebbe una maggioranza bulgara, ma il Pd – quando c’è da aiutare l’Amico – non manca mai.Violante 2002 docet.
Si torna al solito punto di partenza: con qualsiasi centrosinistra decente, il Pregiudicato sarebbe politicamente finito da almeno 15 anni. Invece, in un modo o nell’altro, cercheranno verosimilmente di salvarlo anche stavolta. Persino stavolta. Prolungando l’agonia del paese e regalando una nuova tonnellata di voti alla cosiddetta “antipolitica”, che ritenevano già morta e sepolta dopo le ultime amministrative.
Quanto a Napolitano, l’intoccabile e innominabile Napolitano, va capito: se concede la grazia – dichiarata o nascosta – al Pregiudicato, il titolo di peggior Capo dello Stato nella storia della Repubblica italiana non glielo toglie più nessuno. Ed è un titolo a cui, insondabilmente, il comunista di destra Re Giorgio pare tenere molto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...